Manfria, arrivano i migranti ed è polemica: “Manca un progetto di integrazione”

Sono arrivati, e girano per le strade e per le spiagge, senza un progetto di integrazione con i residenti. Si tratta dei migranti ospitati nell’ex Villa Daniela, e subita arriva la protesta sul Social da parte dell’associazione Viviamo Manfrai. “È impensabile una così alta concentrazione di immigrati in un posto privo di servizi e di punti di aggregazione”, ha scritto Antonio cuvato, portavoce dell’associazione che da tempo lamenta  la mancanza di strutture e servizi, come la rete idrica o il centro di comunale di raccolta, o la pulizia delle strade,  in quella che è la zona turistica  della città di Gela, e in cui vivono centinaia di cittadini. E annunciano manifestazioni future, i componenti della associazione, come hanno già fatto in passato, se non arrivano le risposte concrete da parte di sindaco e assessori sulle iniziative che si intendono intraprendere per Manfria. “Vogliamo conoscere quanti migranti sono arrivati, quale è il loro periodo di permanenza e se ci sono progetti di integrazione con i residenti. Perchè noi non crediamo ai« mostri», ma  vogliamo vedere «dentro le mura»”. Insomma quello che chiedono è conoscere chi è arrivato, e farsi conoscere in modo da avviare un percorso di relazione e comunicazione.

Articoli correlati