Manfria, discarica a cielo aperto ai piedi della Torre

“La leggenda del gigante manfrino narra di un gigante tradito. Il gigante è la torre, il traditore è ogni gelese che mortifica e inquina la nostra bellissima terra”.

Sono queste le frasi di denuncia che accompagnano le foto inserite in questo articolo, che mostrano la Torre di Manfria, uno dei luoghi più romantici e di importanza anche storica nel nostro territorio, divenuta discarica a cielo aperto.

Le immagini, scattate proprio ieri mattina e pubblicate sul profilo facebook di Gelensis Populus, incarnano l’inciviltà che, sempre più spesso, sembra regnare in questa città, con gelesi che non hanno cura del bene pubblico e sporcano senza alcun ritegno.

Nella frazione l’argomento rifiuti è sempre stato un tasto dolente, tanto che alcuni componenti dell’associazione ViviAmo Manfria avevano preso a filmare chi abbandonava i rifiuti per strada.

Qui, purtroppo, persino le telecamere forse servirebbero a poco: fino a quando ogni cittadino non capirà che per rendere bello il paese occorre l’impegno di tutti e il rispetto di alcune regole, che impongono sicuramente una procedura di smaltimento diversa (specie per i rifiuti speciali), Gela non potrà aspirare a nessun cambiamento, neanche il più piccolo.