Manfria: offresi “bed and … street” con vista mare

Chi stamani si è recato a mare a Manfria non può non aver notato un materasso posizionato nel bel mezzo della carreggiata, proprio dopo pochi metri dall’ingresso della zona balneare gelese. Il materasso ad una piazza e mezza, stava lì nell’indifferenza di chi passava, nonostante si fosse costretti ad occupare con la propria auto la corsia opposta per scansarlo. Una bella accoglienza per i turisti che magari cercavano un bed, on the street con vista mare, proprio a Manfria.  Ma il materasso non è l‘unico rifiuto posizionato sulla strada che conduce al mare: cumuli di immondizia invadono i campi confinanti con il ciglio delle strada, dove sedie, frigoriferi, scaffali, tavolinetti, abiti vecchi, e ogni altro genere di rifiuti giacciono lì sotto gli occhi di tutti, ma principalmente di coloro che ve li hanno deposti e che non provano un minimo di vergogna nel vederli lì, per giorni e giorni. Sarebbe necessaria un’incessante azione di repressione, ed individuare i responsabili dell’abbandono illecito dei rifiuti. A volte basta uno scontrino, una busta delle lettere  per risalire all’incivile che abbandona i rifiuti. Non sapendo che quell’abbandono lo pagherà lo stesso cittadino, poichè oltre al verbale che gli verrebbe recapitato dagli agenti di polizia locale, i costi lievitati della raccolta rifiuti ricadranno su tutti i residenti.