Manfria sommersa dai rifiuti, ben lontana dall’immagine di zona turistica

Manfria sommersa dai rifiuti. Si è svegliata così la zona balneare a pochi chilometri da Gela, immersa in uno scenario di sacchetti e cattivi odori. Quello che dovrebbe essere un luogo di attrazione naturale, su cui si è a lungo parlato di investire per rilanciare il turismo, oggi regna nel degrado più totale. E a poco servono le iniziative di sensibilizzazione delle associazioni e dei comitati, perché di contro ci si sfida con l’inciviltà costante di alcuni e il disservizio di chi di competenza denunciato dai cittadini che vivono nella zona. “La raccolta porta a porta della differenziata e del generico – spiegano i residenti – non viene effettuata da giorni e ci sono intere vie sommerse dai cumuli di immondizia”. Della situazione è già stato informato l’assessore all’ambiente Fabrizio Nardo. I cittadini reclamano un centro di raccolta a Manfria e la posa dei secchielli per i rifiuti in spiaggia.

Articoli correlati