MANGIARE BENE E VIVERE A LUNGO: IL METODO WELLBEING.

Mangiare bene per arrivare alla prova costume in forma smagliante e pieni di energia positiva…perché per essere in forma non servono enormi sacrifici o miracoli. Basta eliminare junkfood e zucchero e mangiare tutto quello che ci piace: dalla carne (poca) alla frutta, meglio se fuori pasto. Ogni mattina appena svegli iniziamo la giornata con un bicchiere di acqua e limone per depurare gli organi. Associamo i cibi in modo da non alterare il Ph basico dell’organismo. Sono questi i principi del metodo WELLBEING: più che un regime, uno stile di vita che ci aiuta a mangiare bene e ad amare il cibo e noi stessi.

Il metodo Wellbeing si fonda su un principio: mangiare bene per ritrovare il proprio equilibrio fisico e mentale. L’obiettivo di questo regime dietetico non è soltanto quello di perdere peso ma di amare se stessi e il proprio corpo.

I 5 PUNTI CHIAVE DEL METODO WELLBEING:

1)NUTRIZIONE: QUELLO CHE CONTA E’ LA QUALITA’, NON LA QUANTITA’.

Secondo il metodo Wellbeing le calorie non sono un problema. Bisogna mangiare quello che si vuole purché sia sempre cibo fresco e biologico per nutrire come si deve le cellule. Basta eliminare dalla dieta junkfood, zucchero, frittura, lievito e farine raffinate, che attentano al benessere di tessuti, organi, pelle e sistema immunitario e seguire queste semplici regole:

  • Rispetta l’equilibrio tra i nutrienti;
  • Scegli sempre olio vegetale a crudo;
  • Alterna i colori di frutta e verdura;
  • Bevi almeno 1 litro e mezzo di acqua

 

2)DEPURAZIONE: ACQUA E LIMONE PER INIZIARE BENE LA GIORNATA.

Per depurare l’organismo bisogna iniziare la giornata con un bicchiere di acqua tiepida con la spremuta di mezzo limone, che effettua il lavaggio di reni, fegato e apparato gastrointestinale. Inoltre il limone attiva il metabolismo e consente di bruciare al meglio grassi e calorie, alcalinizza il sangue, bilancia il Ph dell’organismo, riduce le infiammazioni causate dall’acido urico, stimola il sistema immunitario e l’attività intestinale e agisce da antisettico e antibatterico in caso di mal di gola.

 

3)RIPRISTINARE L’EQUILIBRIO ACIDO BASICO: ASSOCIA BENE I CIBI.

Per rendere basico il Ph del sangue e limitare il rischio di sviluppare reumatismi, irritabilità, deficit immunitari, invecchiamento precoce, bisogna evitare alcune associazioni tra cibi che alterano l’ambiente gastrico e i suoi enzimi, rallentando la digestione e innescando la produzione di sostanze tossiche e acide. Per favorire l’equilibrio acido-basico dell’organismo bisogna eliminare i fattori di stress, dormire almeno 7 ore a notte, spegnere computer e tv un’ora prima di coricarsi e interrompere il lavoro almeno ogni 5 ore per fare una passeggiata e favorire l’ossigenazione cellulare.

 

4)INTESTINO SANO: LIBERATI DALLE TOSSINE.

Per liberarsi dalle tossine bisogna mantenere l’intestino sano e pulito, evitando cibi troppo elaborati, poveri di fibre, incapaci di fornire massa. Inoltre i cibi troppo raffinati favoriscono la proliferazione di microbi e batteri. Secondo il metodo Wellbeing per mantenere l’intestino pulito bastano 3 piccoli accorgimenti:

  1. Evita la costipazione;
  2. Lava l’intestino regolarmente;
  3. fai ginnastica per rilassare l’apparato digerente.

 

5)RICERCA ARMONIA TRA MENTE E CORPO

Prediligi i cibi che ti aiutano a contrastare ansia e depressione, e allo stesso tempo ti tirano su, come cacao, mandorle, papaia, mango, avocado, pistacchi, pomodoro, uva rossa, ciliegie, noci, mele, melograno, kiwi, frutti di bosco. Ma anche broccoli, spinaci, carote, ravanelli, fagioli rossi, cuori di carciofo. Consuma i pasti a ore fisse, cena come minimo due ore prima di andare a letto per evitare di coricarti con cibo non digerito nello stomaco. Mastica lentamente per triturare bene il cibo, consentendo così un’azione ottimale della saliva e degli enzimi di tutto il tubo digerente.

 

 

Articoli correlati