Manifesti neri per #VertenzaGela: anche le scuole e la Chiesa parteciperanno alla manifestazione

Manifesti neri e saracinesche abbassate. Saranno tanti i commercianti che domani aderiranno alla manifestazione che si terrà davanti al BCool Beach. Già nelle vetrine sono stati affissi i volantini con la scritta “Non è con le intimidazioni, le minacce e l’uso di taniche di benzina che si riuscirà a far abbassare la testa ai commercianti”.

Organizzata dalle associazioni di categoria #VertenzaGevi la vedrà la partecipazione anche delle scuole della città, dei sindacati Cgil, Cisl e Uil. Saranno presenti anche  alcuni preti della città.

Dopo gli attentati incendiari che hanno colpito tre esercizi commerciali in 24 ore, di cui due totalmente distrutti dalle fiamme, la città ha bisogno di sicurezza, specie ora che con la firma dell’Accordo di Programma, potrebbero essere tante le imprese invogliate a investire a Gela.

Un palco verrà allestito al lungomare Federico II di Svevia da cui parlerà solo chi ha un ruolo istituzionale. Non parleranno né parlamentari regionale e nazionali, né i rappresentanti locali dei commercianti. A prendere la parola saranno coloro che hanno un ruolo regionale e nazionale nel settore del commercio.