Marco Andaloro, nuovo segretario Giovani Democratici nisseni: puntare sulla condivisione di progetti per il territorio

Si è svolto sabato scorso, presso la Federazione del Partito Democratico di Caltanissetta,   il Congresso Provinciale dei Giovani Democratici.
 
I lavori sono stati aperti dal segretario uscente Gabriele Amico, attuale segretario del Pd di San Cataldo, il quale lascia l’incarico con il merito di aver contribuito a far diventare i giovani del territorio la nuova classe dirigente del Partito Democratico locale, nonché validi amministratori.
 
E seguito  l’intervento del Segretario Regionale uscente Salvo Nicosia, che ha voluto sottolineare come nella provincia nissena si sia creata una giovanile fatta di ragazzi validi, i quali sono riusciti ancora una volta a dimostrare la propria unità e coesione, arrivando a proporre una candidatura unitaria che rappresenti tutti.
 
Sono seguiti numerosi interventi: i neo eletti segretari di Circolo di Serradifalco, Massimo Iacuzzo, e di San Cataldo, Lucrezia Saporito, si sono detti felici e pronti per affrontare una nuova e importante sfida, per poter valorizzare i propri territori attraverso il costante lavoro dei circoli locali. Ad intervenire è stata anche Valentina Lo Maglio, rappresentate della “Rete degli Studenti Medi”, che ha manifestato la disponibilità dell’organizzazione a dare il via a una collaborazione sulle tematiche che riguardano gli studenti nisseni.
 
Infine è stato eletto, all’unanimità, il nuovo segretario provinciale dei Giovani Democratici di Caltanissetta: Marco Andaloro, 25 anni, laureato in Economia, già vicesegretario del Pd di San Cataldo. 
 
“Ancora una volta – ha commentato il neo segretario – i circoli della provincia del nisseno dimostrano unità di intenti, puntando sulla condivisione di un progetto comune teso alla valorizzazione del nostro territorio piuttosto che sulla divisione.
 
Spetta a noi, adesso, il compito di continuare a favorire il ricambio generazionale, facendo dei Giovani Democratici i protagonisti delle scelte politiche locali. Obiettivo primario: far crescere i nuovi circoli e crearne di nuovi nelle realtà dove non sono presenti, per contribuire alla risoluzione dei numerosi problemi che affliggono le nostre terre. A tal fine sarà fondamentale condividere le buone esperienze amministrative di quelle realtà dove il Pd governa ottenendo ottimi risultati.
 
Cercheremo di creare solidi rapporti con le rappresentanze studentesche e le realtà sociali per lavorare assieme sui temi più importanti per i giovani della nostra provincia: scuola, lavoro, trasporti e politiche sociali.
 
Nel direttivo – chiude Marco Andaloro – a testimonianza della forte coesione fra i circoli, sono stati coinvolti i rappresentanti delle città in cu i Gd hanno realizzato numerose iniziative, come Serradifalco, Sommatino, Riesi, San Cataldo, Niscemi e Caltanissetta.
 
Da oggi inizia un nuovo percorso, che speriamo coinvolga sempre più giovani, con l’impegno e la forza di volontà che ci ha sempre contraddistinto, per cambiare realmente la nostra terra”.
 
Nella giornata di Domenica sono inoltre state gettate le basi per una nuova collaborazione con i Giovani Democratici della provincia di Palermo, dove è stato eletto, anche lui all’unanimità, Antonino Musca, 26 anni, studente di scienze Politiche e consigliere comunale di Caltavuturo.
 
“”Formazione politica, rete dei giovani amministratori democratici, sito internet e giornalino mensile per diffondere idee e buone pratiche amministrative dei nostri iscritti – ha spiegato Musca – sono le azioni necessarie per creare senso di appartenenza a una comunità politica radicata in tutto il territorio, per riscoprire il valore della militanza e ridare valore agli iscritti. Ritorneremo nelle piazze, nelle scuole e nelle università. Ritorneremo lì dove i giovani lavorano, studiano, vivono”.       
 
 
 

Articoli correlati