“Mare insieme”, via le barriere architettoniche dalle strutture balneari

Al via “Mare insieme”, il progetto estivo curato dall’associazione “Il Pungolo”.

Da cinque anni a questa parte, la realtà gelese presieduta da Gaetano Passanisi offre ai disabili e ai normodotati iscritti all’associazione la possibilità di trascorrere insieme l’estate, creando momenti di socializzazione e permettendo loro di usufruire delle attrezzature necessarie per poter godere della spiaggia e del mare liberamente. L’obiettivo del progetto è quello di promuovere l’abbattimento delle barriere architettoniche in tutte le strutture balneari, aspetto purtroppo ancora carente a Gela, visto che i lidi disposti ad accogliere i disabili sono pochissimi. “Noi rivolgiamo un invito a tutte le strutture – ha affermato Gaetano Passanisi – affinché si dotino di tutto ciò che serve per permettere ai disabili di poter scegliere liberamente dove andare a mare e trascorrere le giornate estive, senza essere condizionati. A Gela, purtroppo, siamo ancora lontani da questo obiettivo”. Il progetto “Mare insieme”, inaugurato nel fine settimana, si protrarrà fino al prossimo 30 agosto presso il lido Croco Beach sul lungomare Federico II di Svevia.