Meetup comune a 5 Stelle: sindaco e giunta hanno tutto il tempo per attuare il programma del M5S

Grazia Pizzardi, Ivan Muncibì, Emanuele Gaspare Bonaventura, Aurora Sciandra, Iapichello Vincenzo, sono i componenti del nuovo organo garante del Meetup Gela -Comune a 5 Stelle. L’elezione è avvenuta l’8 gennaio scorso, durante un’assemblea nella quale si è discusso anche della situazione che si è creata  a seguito della sospensione del Sindaco Domenico Messinese dal M5S.  Secondo tale Meetup, che è stato sempre vicino al primo cittadino, questi 6 mesi sono serviti per iniziare a dare una risposta alla città, attanagliata da “20 anni di mala politica che non è riuscita a dare alcuna prospettiva di nuovo sviluppo ai gelesi”. I componenti ritengono “ risibili e speciose le motivazioni, per la sospensione di Messinese dal movimento.

 

“La voglia di cambiamento espresso dai cittadini – ha detto la portavoce Grazia Pizzardi –  non è venuta meno e il Sindaco e la sua Amministrazione, senza miracolismi, stanno lavorando per interpretarne la genuina richiesta, senza, tuttavia, sventolare una bandiera, che per alcuni attivisti avversi e qualche ex assessore, è divenuta  uno scudo  per imbrigliare il sindaco in giochi di potere tendenti ad  affermare interessi personalistici che nulla c’entrano con l’interesse generale della Città”.

 

Secondo il  Meetup Gela – Comune a 5 stelle, i 4 consiglieri del M5S, che in consiglio comunale sono passati all’opposizione del sindaco, hanno tenuto tale atteggiamento di contrasto all’Amministrazione fin dai suoi primi passi. “Consiglieri – asseriscono i componenti – che tradendo il mandato ricevuto dai cittadini, si sono accordati con una frazione del PD capeggiata dall’ex sindaco Fasulo,  per spartirsi le Presidenze delle commissioni consiliari e i componenti del Collegio dei revisori.  Atteggiamento contrario a quello che è previsto nel Programma elettorale presentato ei gelesi e nei principi costitutivi del movimento”.

 

I componenti esortano il sindaco e la sua  Giunta ad andare avanti per attuare il programma del M5S presentato agli elettori, programma che contiene le soluzioni ai problemi della città. “Gli Amministratori  hanno tutto il tempo necessario per dare attuazione e forza al programma di cambiamento presentato ai cittadini, aprendo un confronto con tutti i consiglieri, le forze politiche, i movimenti civici e l’associazionismo attivo,  presenti in consiglio comunale e nella città, per agire nel comune intento di fare uscire la città dalla palude in cui si trova”, affermano i componenti che sottolineano come si tireranno le somme solo alla fine, dando il potere ai cittadini di esprimere il loro giudizio sull’Amministrazione che si manifesta in un solo modo: le elezioni.

 

Articoli correlati