Mensilità arretrata, la CGIL diffida la Tekra e gli dà sette giorni di tempo

Diffidata la Tekra s.r.l al pagamento della mensilità di gennaio a favore delle maestranze impiegate nel servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani nel territorio del Comune di Gela. È quanto si legge nel documento della CGIL indirizzato alla società interessata, al sindaco Domenico Messinese e alla Prefettura di Caltanissetta. Una richiesta urgente, che non ammette più proroghe né ritardi, essendo ampiamente decorsi i termini di pagamento della mensilità mancante in forza delle norme previste dalla contrattazione collettiva applicabile (CCNL FISE Ambiente) e tenuto conto del fatto che il Comune, come indicato dal sindacato, abbia già regolarmente pagato il relativo servizio alla Tekra s.r.l.

Il documento diffida sia il datore di lavoro sia l’ente committente affinché procedano alla regolarizzazione della posizione retributiva dei dipendenti corrispondendo la mensilità di gennaio 2016 entro e non oltre sette giorni. In caso di mancata retribuzione, la CGIL ha comunicato che si adirà per vie legali al fine di tutelare i diritti dei lavoratori in sede giudiziaria.