Messinese: “25 mila persone in difficoltà. Idee chiare sulla pianificazione futura”.Faraone: “bisogna fare in fretta”

Tra precari, disoccupati e inoccupati, c’é un deserto sociale con circa 25 mila persone in difficoltà” . Lo ha detto il sindaco Domenico Messinese,  durante un incontro che si é tenuto stamani nell’istituto E. Romagnoli sulla dispersione scolastica e sulla Buona Scuola. “Senza un futuro economico, i giovani non potranno mai mettere in pratica quello che studiano”. Ha detto il sindaco. All’incontro é stato stato  invitato il sottosegretario all’Istruzione, Davide Faraone. Il sindaco  si é riferito alle condizioni occupazionali seguite in città al momento attuale. “Abbiamo delle idee per pianificare un nuovo futuro per il nostro territorio, non c’è rassegnazione, ma chiediamo l’attenzione del Governo centrale, perché il ‘caso Gela’ è tutt’altro che risolto”. Il sottosegretario ha “accolto positivamente” l’intervento del capo dell’amministrazione comunale sulla questione che approfondirà oggi stesso in città con le parti sociali. “Bisogna agire velocemente su questo caso – ha dichiarato Faraone -, così come siamo impegnatissimi su tutte le vicende che riguardano il Mezzogiorno, specie sul versante dell’industria”. 

 

Articoli correlati