Messinese. Gela con Catania? La delibera é stata firmata, ora dipenderá dal consiglio comunale

Rispettiamo la volontà popolare e ciò per cui si sono battuti i comitati promotori per il passaggio di Gela,  alla città metropolitana di Catania. Questo é quanto dichiarato dal sindaco  Domenico Messinese, che ha confermato che la delibera é stata firmata e inviata al consiglio comunale di Gela. Ora nelle prima seduta del civico consesso i consiglieri dovranno votare la delibera a maggioranza di due terzi, che segnerà il passaggio alla città etnea. Ricordiamo che il 7 agosto scorso é avvenuta la pubblicazione sulla  Gazzetta Ufficiale Regione Siciliana (Gurs) della nuova Legge di riforma dell’ente intermedio siciliano, la Legge Regionale 4 agosto 2015 n° 15. Novanta giorni da allora per passare al capoluogo etneo, e le città di Gela, Niscemi e Piazza Armerina hanno la possibilità di cambiare le sorti di questa area con una delibera votata a maggioranza assoluta dalla Giunta. Tra l’altro entro 45 giorni dall’entrata in vigore della legge, tali cittá avrebbero la possibilitá di votare per la nuova giunta. “Con la delibera di Giunta abbiamo espresso la volontà politica di dare seguito al referendum che si è svolto nel luglio del 2014, adesso tutto sarà nelle mani del consiglio comunale”, Ha detto il primo cittadino. Il referendum confermativo del 13 luglio 2014, aveva dato piena dimostrazione della volontà di partecipazione al libero consorzio di Catania, quando la legge sui liberi consorzi aveva stabilito la creazione di 9 liberi consorzi e tre città metropolitane, Messina, Palermo e Catania. In seguito sono diventati sei liberi consorzi e tre città metropolitane, coincidenti con le cittá di Messina, Catania e Palermo. 

Tagged with: