Messinese: perchè affidare la gestione del verde ai privati, se paghiamo la Ghelas?

Il Comune di Gela, pochi giorni fa ha deciso di assegnare la gestione delle aree a verde pubblico ad associazioni o a privati che si rendono disponibili ad assumere tale incarico. Sulla questione è intervenuto Domenico Messinese, candidato a sindaco del Movimento Cinque Stelle, secondo cui affidare la gestione del verde pubblico ai privati ha già prodotto nel passato effetti negativi. Messinese si riferisce al chiosco posizionata all’interno della villetta di Macchitella, il cui titolare piuttosto che curare il verde ha occupato il suolo pubblico con i propri tavolini. La gestione del verde pubblico in città è già stata affidata, con una delibera del dicembre del 2014, alla Ghelas multiservizi, “pagata con denaro pubblico”, come asserisce il candidato a sindaco. “A questo punto è lecito chiedersi perché, guarda caso in prossimità della tornata elettorale, la Giunta presieduta dal Sindaco, nonostante vi sia una società pagata per svolgere queste attività, decida di duplicare la cosa, dando incarico a privati di gestire il verde pubblico” ha detto Messinese. “Questa è una politica irrazionale, che dimostra ancora una volta la volontà di questa amministrazione di non fare del bene per la città, ma di fare scelte che la danneggiano.  Lavori la Ghelas alla gestione del verde pubblico e alla manutenzione e sorveglianza del Parco di Montelungo, visto che per contratto è tenuta a farlo”, conclude il candidato pentastellato

Articoli correlati