Messinese su accordo Eni: nostro compito é sbloccare la stagnazione. Solo polemiche da chi ha sfruttato il bisogno dei lavoratori

Il sindaco Domenico Messinese, oggi impegnato a Roma per un incontro al Mise ( ministero dello sviluppo economico) per trattare la questione dell’accordo di programma con Eni, risponde alle dichiarazioni di Confindustria e di Legacoop. 

«Leggiamo con rammarico – comunica il sindaco- gli attacchi gratuiti delle associazioni datoriali Confindustria e Legacoop, le quali, invece di collaborare alla risoluzione della stasi di lavoro preferiscono alimentare la polemica, al solo fine di assurgere al ruolo di perno nella risoluzione dei problemi di centinaia di lavoratori. Noi abbiamo l’obbligo di sbloccare la stagnazione che si trascina dal 6 novembre dello scorso anno, data di sottoscrizione del Protocollo d’intesa che abbiamo ereditato e del quale non contestiamo i contenuti».

«Stiamo lavorando – continua Messinese – per risolvere una situazione che è critica e dolorosa per molte famiglie. Ma certamente non ci faremo tirare la giacca da chi per anni ha sfruttato il bisogno dei lavoratori utilizzandoli come strumento

Articoli correlati