“Mi aveva preso a pugni”. Arrestato l’attentatore di ieri sera, ma la polizia segue altre piste

Gli agenti del Commissariato di Gela hanno arrestato il gelese Salvatore Noviziano di 25 anni, indiziato del tentato omicidio di Gaetano Marino, gelese di 32 anni, pluripregiudicato per reati in materia di mafia e per reati in materia di stupefacenti.Noviziano è un pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e contro la persona e per reati in materia di armi. In particolare ieri sera alle ore 21:00 circa, c’è stato un tentativo di omicidio ai danni di una persona via Trieste, all’altezza delle tre vetrine espositive dello Show Room “Martellino”, mentre la  strada era affollata da numerosi avventori della giornata di festa. La polizia ha appreso che la vittima era Gaetano Marino.  Trasportato da personale sanitario del 118 presso il Vittorio Emanuele, gli operatori hanno cercato di avere  tutte le notizie utili all’immediata attivazione di una mirata investigazione.

 Le persone non hanno fornito alcun elemento utile al prosieguo delle indagini apparendo, da subito, assolutamente reticenti e non collaborative. Cosi la Sezione Investigativa, unitamente al personale della Squadra Mobile di Caltanissetta, si è immediatamente recata sulla scena del crimine per acquisire le immagini di eventuali telecamerelì lì collocate. Tale operazione si è rivelata efficace, quando si è riusciti  ad acquisire elementi utili che hanno portato gli operatori a focalizzare l’attenzione su un pregiudicato gelese, successivamente identificato  inSalvatore Noviziano.

Gli operatori di Polizia inizialmente lo hanno cercato nel suo domicilio.  L’immediato controllo ha permesso di accertare la sua assenza e, nel contempo, i familiari presenti, anch’essi assolutamente reticenti, non hanno fornito alcuna indicazione utile. Nel frattempo, altre unità operative della Polizia di Stato si sono messi  alla ricerca del sospettato e della sua autovettura, mentre altro personale è rimasto  nei pressi dell’abitazione predetta al fine di attenderlo al suo rientro. La pista investigativa ha permesso  di individuare un soggetto che, con area sospetta, ha tentato entrare a casa, rimanendo solo pochissimi istanti all’interno dell’immobile. Infatti, non appena uscito, gli operatori lo hanno bloccato e, identificato.  Condotto presso gli Uffici del Commissariato di P.S. di Gela, Noviziano è stato posto sotto interrogatorio, e alla presenza del suo legale, ha dicharato di aver già detenuto una pistola calibro 7.65, nascosta all’interno di un terreno non meglio precisato, ma comunque in agro di Gela, ammettendo di averla utilizzata per esploderne colpi nei confronti di  Gaetano Marino,  al fine di potersi vendicare di quanto subito il giorno prima, riferendosi alla circostanza di esserne stato vittima di pugni e schiaffi e di aver voluto commettere il tentato omicidio nelle similari circostanze di tempo e di luogo dello scontro avvenuto tra i due nella serata del giorno precedente, avendolo casualmente reincontrato in quello stesso posto. Sono in corso ricerche per trovare l’arma.

Per i gravi indizi di colpevolezza emersi a carico del giovane Noviziano Salvatore e per l’attuale pericolo della sua fuga, Noviziano è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale di questa Contrada Balate, a cura di personale del Commissariato di P.S. e della Squadra Mobile di Caltanissetta.

Sono in corso ulteriori indagini al fine di risalire ad eventuali correi di Noviziano, all’esatto movente del tentato omicidio, nonché per ricostruire, con maggiore precisione, la dinamica di un fatto-reato che, per le modalità di esecuzione e per lo spessore criminale dei soggetti coinvolti, rispettivamente quali parte attiva e parte ricettiva, è verosimile ritenere debba essere collocato all’interno di un disegno meno ristretto di quello che attualmente appare. La polizia è alla ricerca di altri soggetti e di ulteriori ambiti criminosi.   

 

                                                                                                                                                                                                                                

 

Articoli correlati