Micari a sinistra, Musumeci a destra, ora c`è pure Sgarbi nella corsa a governatore della Sicilia

Da una parte ormai sembra delinearsi il quadro dei candidati alla poltrona di presidenti in Sicilia, di destra e di sinistra, dall’altra spunta il nome di Vittorio Sgabi.

Nello Musumeci ha ufficializzato stamani la sua candidatura a presidente della Sicilia come candidato unitario del centrodestra sostenuto da Fratelli d’Italia e Forza Italia, passando per alcune formazioni centriste. Pochi giorni prima il centrosinistra siciliano aveva deciso di candidare Fabrizio Micari, rettore dell’Università di Palermo (anche se nella coalizione ci sono ancora diversi malumori). Il Movimento 5 Stelle già aveva scelto il suo candidato Giancarlo Cancelleri all’inizio dell’estate.

Ma tra i candidati alle elezioni che si terranno il prossimo 5 novembre, vi è ora il nome di Vittorio Sgarbi. La sua candidatura sembrerebbe ufficiale, così come riferito stamani dal critico d’arte stesso ai ai microfoni di ECG, su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano.

“Chi vince le elezioni in Sicilia? Mi candido io, quindi vincerò io. Mi candido come governatore, è ufficiale. Corro da solo, non ho bisogno dell’appoggio di nessuno. Il mio obiettivo è vincere”, ha detto Vittorio Sgarbi, intervenuto oggi sottolineando come degli altri candidati poco o nulla si sappia.
” Un siciliano votando Sgarbi sa cosa vota”. Ha sottolineato