Migliaia di firme per dire “no ai tagli dei patronati”. Allestiti stamani i gazebo in piazza Umberto I

“No ai tagli ai patronati”. è questo che chiedono migliaia di gelesi che hanno apposto la firma, all’interno dei Gazebo allestiti stamani in Piazza Umberto I, per protestare contro una misura che, se confermata, cancellerà il diritto di ogni persona ad avere l’assistenza previdenziale e socio-assistenziale gratuita garantita da questi Istituti. La protesta di sindacati Cgil, Inas Cisl, Itali Uil e Acli,continuerà finché il Governo non si impegnerà a cancellare la norma che prevede una riduzione di 150milioni di euro del Fondo Patronati, pari a circa il 35% delle risorse complessive ad esso destinate.” La sottrazione delle risorse al Fondo – ha asserito Massimo Aurelio di Cgil- si tradurrebbe in un’altra tassa occulta ai danni delle persone socialmente più deboli che si ritroverebbero allo sbaraglio , costrette a rivolgersi a faccendieri”A livello nazionale le firme sono arrivate a circa 1 milione. Tra l’altro mentre i lavoratori e le lavoratrici dipendenti continueranno a pagare integralmente i contributi previdenziali all’Inps, lo Stato incasserà la quota oggi destinata alla tutela gratuita per destinarla ad altri scopi non precisati, sottolineano i sindacati. I sindacati hanno chiesto un incontro con il Predetto di Caltanissetta per discutere sul futuro dei patronati locali.

Articoli correlati

Tagged with: