Monica Contrafatto e altri due campioni di vita al Teatro Eschilo incontrano gli studenti di Gela

Sono stati tre i campioni olimpici presenti stamani al teatro Eschilo di Gela, per dialogare con gli studenti della città, per un evento promosso da Eni con Fispes e Fp Communication Oltre la gelese Monica Contrafatto, campionessa paralimpica medaglia di bronzo alle Paralimpiadi di Rio, anche Andrea Lucchetta ex pallavolista moderatore dell’evento, e Oney Tapia, non vedente, medaglia di argento nel lancio del disco.

L’incontro ha fatto parte del progetto itinerante nelle scuole #CampioniDiVita sostenuto da ENI. Se hai un sogno e vuoi realizzarlo nulla potrà ostacolarti. Questo lo spot dell’evento, che ha visto una platea del Teatro Eschilo piena di studenti delle superiori.

Campioni di vita, che ha toccato diverse città di Italia,  ha l’obiettivo di sensibilizzare i ragazzi delle scuole superiori sull’importanza della pratica dello sport in quanto sviluppa nell’individuo valori e risorse che rendono solide le persone e che possono essere usate, come nel caso degli atleti paralimpici, a superare gli ostacoli e le avversità che troviamo lungo il nostro cammino.

L’orgoglio gelese emozionata così come quando incontra la sua città, è un esempio di forza e determinazione per tutti i giovani della città. Monica ha sottolineato le difficoltà che incontrano gli atleti di Gela, per la mancanza di strutture adeguate.

L’unica pista di atletica, improvvisata è quella vicino al Palacossiga. Oney Tapia ha sottolineato come l’incidente, gli ha permesso di affrontare con tanta forza gli ostacoli della vita. L’incontro di oggi segue l’inaugurazione del centro sportivo territoriale.