A mons. Rosario Gisana il premio speciale “Don Giulio Scuvera”

A Mons. Rosario Gisana il premio speciale “Don Giulio Scuvera” attribuito anche quest’anno nell’ambito del Premio nazionale “La Gorgone d’Oro” giunto alla XVII edizione.

Questo quanto deciso dalla commissione presieduta da Emanuele Zuppardo che nella motivazione, in un passo, definisce Gisana “attento alle dinamiche della città di Gela, fortemente colpita da una crisi che sta danneggiandone il tessuto sociale facendosi intermediario di azioni e misure concrete di sostegno ai più deboli.”

Con lo ‘Sportello antiusura’ il vescovo di Piazza Armerina ha  fortemente voluto con l’Ufficio della Caritas, dando  esempio buono di come cooperare insieme sia possibile.

Il premio è dedicato alla memoria di Don Giulio Scuvera, parroco della Chiesa Madre di Butera scomparso anni addietro a causa di un male incurabile. Un servo infaticabile di Dio e della Chiesa che ha testimoniato, ogni giorno, l’amore per i giovani, per i diseredati, gli emarginati, gli anziani, le persone normali, le famiglie che si trovano ad affrontare piccoli e grandi problemi quotidiani. Scuvera che fu considerato come il “prete degli operai e dei contadini” perché negli anni ‘60 assieme a giovani aclisti della cittadina nissena, fondò un movimento per il cambiamento ideale e sociale di quella comunità. Diede “fastidio” al sistema di potere di allora e fu perciò trasferito a Villarosa e poi a Enna. Poi, ancora, il suo ritorno nel 1984 nella sua città natale dove fu chiamato a ricoprire l’incarico di arciprete, vicario episcopale per la pastorale giovanile, segretario del Consiglio Presbiterale Diocesano e Canonico della Basilica Cattedrale di Piazza Armerina, incarichi che ricoprì sempre con grande dignità e umana compassione.

Il Vescovo Gisana, insieme con gli altri numerosi premiati, sarà a Gela, sabato 17 Giugno, in occasione della cerimonia di premiazione che si terrà alle ore 18.30, nell’ex Chiesa san Giovanni Battista.

Articoli correlati