Morello: approvazione Conto consuntivo salva Gela dal dissesto

“Al di là del mero fatto gestionale, l’approvazione del Conto Consuntivo rappresenta per il Comune di Gela un fatto storico”. Lo ha detto l’assessore comunale al Bilancio Fabrizio Morello commentando l’ultima delibera del Consiglio Comunale. “Per la prima volta dopo decenni – ha spiegato il componente della Giunta Messinese -, riusciamo a raggiungere traguardi impensabili per le logiche delle passate amministrazioni comunali. Di fatto, abbiamo posto in essere un’azione di stratificazione in un trentennio dei debiti che questo ente si trascinava ormai da 10 anni, e che rischiavano di portare il Comune verso il dissesto finanziario. L’operazione è stata condotta con intelligenza – ha continuato Morello –, specie se si considera la chiusura con l’Ato Cl2 di Caltanissetta di un debito per quasi 14 milioni di euro, stratificandolo per 30 anni. In 10 anni invece abbiamo spalmato i 4 milioni e mezzo di euro vantati dalla Ghelas Multiservizi. I 18 milioni complessivi avrebbero portato in dissesto il Comune con tutte le conseguenze nefaste che vanno dall’azzeramento dei servizi all’aumento massimo delle tasse”. L’assessore Fabrizio Morello ha poi sottolineato come, in ossequio ai dettami della Corte dei Conti, siano state conciliate le esposizioni finanziarie, ovvero i debiti dell’ente, con i crediti delle società partecipate. Il sindaco Domenico Messinese ha dato merito al Consiglio Comunale di aver condiviso “una scelta di buon senso, nell’interesse della città, esprimendo un voto maturo che di fatto consente di superare un aspetto problematico come quello dell’esposizione debitoria del Comune”.