Morello: ridurre i contenziosi del Comune. Enel approva transazione, risparmio di interessi di 250 mila euro

Un taglio sugli interessi passivi concordato con Enel di 250 mila euro. Questo é quanto é riuscita ad ottenere la Giunta Municipale con una transazione stragiudizionale, a seguito del decreto ingiuntivo di Enel Energia contro iL Comune di Gela che non avrebbe “pagato fatture per quasi un milione di euro (€ 946.863,46), relative alla fornitura di energia elettrica per la pubblica illuminazione dal 2012 al 2014.” 
La Giunta, presieduta dal sindaco Domenico Messinese, nella sua ultima riunione ha approvato la delibera perché, come spiega l’assessore al Bilancio, Fabrizio Morello: “Proseguire nel contenzioso ci avrebbe visti soccombere, con un ulteriore spreco di risorse, che oggi risparmiamo sugli interessi (250 mila euro). Anche questa azione rientra nell’ambito di un piano di ricognizione che risani le situazioni spiacevoli a cui è esposto il Comune di Gela. Non è infatti la prima volta – continua l’assessore Morello – che ci troviamo a dover rincorrere anomalie che generano maggiori esborsi per le casse comunali. Ad oggi, con riferimento sempre all’Enel, il valore del contenzioso in essere ammonta a circa un milione e mezzo di euro. L’obiettivo è portare in equilibrio i pagamenti dei debiti da parte dell’ente, al fine di ridurre complessivamente il contenzioso generale del Comune di Gela, che solo nel 2014 è stato di circa 10 milioni di euro, e che a giugno 2015 ha sfiorato i 5 milioni di euro. Ridurre le spese di contenzioso – conclude il componente della Giunta con delega al Bilancio – significa un risparmio per il Comune su una serie di uscite che vanno dagli interessi alle spese legali e giudiziarie, da destinare poi ad altri servizi che oggi non trovano adeguata copertura finanziaria”.

Articoli correlati