Morselli e Ventura: dopo il sì a Catania, bisogna darsi da fare per non rimanere isolati

Dopo il Si al passaggio di Gela a Catania da parte del gruppo del pd bisogna rimboccarsi le maniche per non rimanere isolati. Questo quanto affermato dai consiglieri comunali Giuseppe Ventura e Romina Morselli. «Noi del Pd – asseriscono i consiglieri – l’assoluta approssimatività, leggerezza e superficialità con cui l’amministrazione comunale ed in testa il sindaco Messinese ha avuto in questi mesi nel condurre questa delicata fase storica, e questa assoluta  inadeguatezza si è appalesata non solo nelle scorse settimane ma soprattutto, quando lo stesso sindaco chiamato a rispondere su tanti dubbi di noi consiglieri del Pd, non ha saputo fornire alcuna delucidazione in merito neppure sul rischio che le  affermazioni del Sindaco di Niscemi ha proferito circa il possibile “No” del consiglio comunale di Niscemi ad aderire all’area Metropolitana di Catania». I consiglieri del Pd ritengonofondamentale ed indissolubile il legame con Niscemi. «Ribadiamo  – coninuano i consiglieri – che già in queste ore il Pd gelese, affiancando da vicino i comitati che hanno lavorato in questa direzione, sta interloquendo con i capi gruppi consiliari del Consiglio comunale di Niscemi, così come formulerà la proposta di nomina di una commissione consiliare che sviluppi i giusti percorsi affinché Gela possa avere riconosciuto in questa nuova cornice amministrativa catanese il giusto e tanto auspicato protagonismo che merita e che i cittadini desiderano. È arrivato il momento in cui la politica si riappropri del suo ruolo». 
 

Articoli correlati