Nardo: un piano di contrasto del randagismo, in cui coinvolgere le associazioni animaliste


Un piano di contrasto del fenomeno del randagismo, molto diffuso nel nostro territorio,  in cui le associazioni animaliste verranno coinvolte e ne avranno un ruolo primario.  É questo su cui sta lavorando l’assessore all’Ambiente e Salute Fabrizio Nardo. A tale scopo si é tenuto un incontro tra l’assessore Nardo, l’assessore per la Protezione Civile e Polizia Municipale Pietro Lorefice e i responsabili dell’Asp di Caltanissetta e di Gela.  Durante la riunione é stato chiesto ai tecnici dell’Asp sui dispositivi di cattura e in particolare sulle gabbie. L’assessore Nardo, ritenutosi soddisfatto delle informazioni e dei dati assunti, ha chiesto ai responsabili del servizio veterinario dell’ASP una relazione dettagliata in cui vengano definite le linee guida per il controllo del fenomeno del randagio nel medio-lungo periodo. 
“Vivo in Toscana da 30 anni e non ho mai incontrato un cane randagio – aggiunge Nardo – Questo vuol dire che esistono politiche efficaci per estirpare definitivamente tale fenomeno. Noi elaboreremo tali politiche e le attueremo”.

Articoli correlati