Nasce a Gela “Studenti sorridenti”, un servizio che assisterà i bambini con disturbi dell’apprendimento

Due giovani psicologhe alla guida di un’associazione che mira ad aiutare i bambini che manifestano disturbi nell’apprendimento. Si tratta di “Studenti sorridenti”, la nuova realtà sociale collaudata dalla lunga esperienza nel settore di Mariangela Tandurella e Maddalena Salerno.

Il centro, inaugurato proprio in occasione della settimana europea della dislessia, si propone come vero e proprio punto di riferimento in città per i bambini, le scuole e le famiglie, promuovendo quella sinergia fondamentale per affrontare al meglio una questione ad oggi ancora purtroppo soggetta a pregiudizi, quella appunto dei disturbi dell’apprendimento come la dislessia, la disgrafia e la discalculia, ma anche altri tipi di manifestazioni non legate necessariamente a delle patologie. “Il bambino che presenta queste difficoltà – hanno detto le psicologhe – non ha un deficit e questo è bene chiarirlo, perché spesso vengono etichettati ingiustamente come svogliati, quando in realtà avrebbero bisogno soltanto degli strumenti adatti per raggiungere ottimi risultati come tutti gli altri bambini”. Insieme per fornire il proprio supporto e sostegno alle famiglie con bambini che presentano disturbi nell’apprendimento anche genitori e insegnanti, che hanno deciso di fondare l’associazione “Amici della dislessia”. “L’obiettivo – ha affermato Alessandra Psaila, docente e madre orgogliosa di una bambina con disturbi dell’apprendimento – è quello di creare uno sportello nell’istituto Giovanni Verga per fare cooperazione nella speranza di riuscire a rendere sereno il percorso nella scuola di questi bambini, che spesso si trovano a vivere situazioni frustranti che non li aiutano di certo”. La sede dell’associazione “Studenti sorridenti”, che già guida più di una ventina di alunni, si trova in via Pontina, nel quartiere Fondo Iozza. Per maggiori informazioni è possibile contattare il numero 3311738519.

Articoli correlati