Nave greca e degrado dei siti archeologici, incontro all’assessorato dei beni culturali

Il degrado dei siti archeologici di Gela e i tempi di musealizzazione della nave custodita all’interno del museo al centro dell’incontro istituzionale tenutosi presso l’assessorato dei beni culturali, alla presenza della componente della segreteria particolare dell’assessore regionale Carlo Vermiglio, del soprintendente del mare Sebastiano Tusa, del soprintendente di Caltanissetta Vincenzo Caruso, del responsabile del servizio di valorizzazione del dipartimento regionale dei beni culturali Sergio Alessandro, del direttore del polo museale di Gela-Caltanissetta Ennio Turco e dei componenti della VI Commissione consiliare, composta da Luigi Di Dio, Totò Sammito e Sara Bonura. Fra le risposte ottenute quelle sullo studio del montaggio della nave, che è stato già effettuato ed è pronto per essere inviato al dipartimento per il relativo finanziamento, all’interno del quale è stata rintracciata una somma relativa a un primo intervento di ricostruzione e musealizzazione della nave.

È stato proposto inoltre di ricostruire parti della nave già da subito affinché se ne possa apprezzare il valore e di far sì che possa rimanere all’interno del museo di Gela.

Per quanto riguarda invece la manutenzione ordinaria dei siti è emerso che le somme sono esigue e che bisognerebbe provvedere attraverso convenzioni con i Comuni per migliorare la fruibilità degli stessi.

Articoli correlati