Niente pane fresco la domenica e nei festivi, sanzioni per i trasgressori

La domenica e nei giorni festivi non ci sarà più pane fresco. A stabilirlo è un decreto dell’assessorato regionale alle attività produttive entrato in vigore da alcuni giorni. Lo scopo è quello di garantire il rispetto al riposo, alla salute e ai diritti civili e religiosi degli operatori del settore.

“In caso di due festività in giorni consecutivi – si legge nel decreto – il divieto di panificazione non si applica al secondo giorno di festività; in caso di una festività nel giorno di sabato o lunedì, il divieto di panificazione non si applica alla domenica; in caso di tre o più giornate di festività consecutive, incluse le giornate domenicali, il divieto di panificazione non si applica alla prima ed all’ultima giornata festiva o domenicale”.

Il decreto prevede inoltre che il sindaco, sentite le organizzazioni di categoria provinciali e le associazioni dei consumatori, possa garantire la turnazione delle aperture delle attività di panificazione nelle domeniche e nei giorni festivi, anche in base alle esigenze e alle peculiari caratteristiche del territorio. I trasgressori subiranno il sequestro del pane e tremila euro di multa, sanzioni che potrebbero essere triplicate in caso di recidiva. Nei supermercati aperti la domenica potrà essere venduto soltanto il pane ‘baguette’ con la dicitura “pane scongelato”.