Niscemi: borse di studio per studenti “svantaggiati”. Al via le domande

L’Amministrazione comunale di Niscemi diretta dal sindaco Francesco La Rosa, tramite l’assessorato all’istruzione presieduto da Valentina Spinello, rende noto che la Regione Siciliana, ha emesso il bando per assegnare alle famiglie degli alunni della scuola dell’obbligo e superiore, sia statale che paritaria, le borse di studio a sostegno delle spese  sostenute per l’istruzione dei figli nell’anno scolastico 2015/16.
Per essere ammessi al beneficio destinato alle famiglie che versano in condizioni di maggiore svantaggio economico, la spesa effettivamente sostenuta non potrà essere inferiore  a 51 euro e 64 centesimi e dovrà essere stata effettuata nel periodo compreso tra il primo settembre 2015 ed il 30 giugno 2016. 
Al beneficio delle borse di studio possono accedere i genitori o altri soggetti che rappresentano i minori, ovvero lo stesso studente se maggiorenne, il cui reddito familiare risultante dall’Isee non deve essere superiore a 10 mila 632 euro e 94 centesimi.
Ai fini della partecipazione, a pena d’esclusione, i soggetti interessati dovranno produrre domanda di borsa di studio il cui modello e ritirabile presso le segreterie scolastiche allegando una fotocopia del documento di riconoscimento e del codice fiscale.
Le istanze per le borse di studio e gli allegati dovranno essere presentati alle segreterie delle scuole di riferimento, a pena di esclusione, entro l’improrogabile termine del 30 settembre 2016.
Le segreterie scolastiche provvederanno poi a trasmettere al Comune le documentazioni, previa verifica dei requisiti di ammissibilità.