“Niscemi cardioprotetta”: defibrillatori in città per la salvaguardia della vita umana

Al via il progetto “Niscemi cardioprotetta”, promosso dal Comune niscemese, dal Rotaract e dal Centro Caritas ‘Oasi Gesù misericordioso’.

L’iniziativa prevede l’acquisto e la donazione alla città di tre defibrillatori automatici da collocare e pronti all’uso nei punti più strategici del centro abitato. Ciò a salvaguardia della vita umana e per intervenire nei casi di eventuali e improvvisi malori dei cittadini.

“Niscemi diventa città cardioprotetta – ha affermato l’assessore Adelaide Conti – poiché munita di defibrillatori non solo all’interno di strutture, ma anche nelle piazze e nelle strade principali della città. Per questo il progetto costituisce un investimento sulla tutela della vita umana che viene attuato parallelamente alla promozione della cultura di primo soccorso salvavita aperta a tutte le associazioni e ai singoli cittadini”.

I tre defibrillatori saranno acquistati col contributo di cinquanta euro da parte di ogni associazione partecipante al corso di primo soccorso, che si è svolto in tre giorni e di venti euro da parte di ogni singolo cittadino.