Niscemi, Crisi idrica: da domani in funzione le pompe di sollevamento dell’acqua.

Sarà collocato da domani, da parte della società Enel e Caltaqua un gruppo elettrogeno, presso la sorgente di Polo, che dovrebbe rimettere in funzione le pompe di sollevamento dell’acqua e rispristinare l’erogazione idrica della città dei dieci litri di acqua al secondo che sono mancati a causa dei furti rame avvenuti presso la sorgente

Si è discusso questo, stamani 29 Luglio, presso la prefettura di Caltanissetta. Un tavolo tecnico a cui hanno preso parte; il sindaco Francesco La Rosa, i dirigenti Enel, di Caltaqua, del Genio Civile, della Soprintendenza ai beni culturali ed ambientali e dell’ispettorato ripartimentale forense. Nel corso dell’incontro sono stati puntualizzati i tempi lunghi, di circa 20 giorni, che necessita la società Enel per rimettere a posto i cavi elettrici e rendere funzionanti le pompe dell’acqua. Inoltre il Primo cittadino, per risolvere in parte la grave crisi idrica che attanaglia da moltissimo tempo la città, avrebbe chiesto a Caltaqua di rendere attiva la sorgente attigua a Polo, che potrebbe rendere l’erogazione di altri 5 litri di acqua al secondo, e quindi ammontante complessivamente a 15 litri.

«Intendo ringraziare- afferma il Sindaco- la prefettura di Caltanissetta, per avere convocato in tempi brevi il tavolo tecnico volto a risolvere la crisi idrica che assilla Niscemi. È importante che già da domani, la sorgente di Polo, tornerà ad erogare con l’installazione di un gruppo elettrogeno da parte dell’Enel e di Caltaqua, i 10 litri di acqua al secondo per la città».