Niscemi: giovane alla guida ubriaco. Locali non in regola. Controllo alla movida

Continuano i  controlli che Carabinieri del Reparto Territoriale di Gela nel territorio di Niscemi per prevenire e contrastare i reati connessi alla Movida.

Nella nottata scorsa, a Niscemi,  controllati 93 persone e 28 veicoli, riscontrando 7 violazione del codice della strada.

Denunciato un giovane M.G. di 30 anni per guida in stato di ebbrezza, poichè al controllo è risultato con un tasso alcoolemico il quadruplo rispetto  a quello consentito. Al giovane è stata ritirata anche la patente.

I militari, nel controllo del territorio niscemese si sono avvalsi del supporto del Norm. e dei reparti speciali del Nucleo Ispettorato del Lavoro, del Nucleo Antisofisticazione e Sanità e il Nucleo cinofili dell’Arma.

Sono stati inoltre controllati numerosi locali di ritrovo dei giovani locali, sia sotto il profilo del lavoro che quello sanitario. Nel complesso, in alcuni degli esercizi sono state rilevate diverse violazioni  sia in materia di assunzioni, con 3 persone risultate in “nero”; violazioni in materia di HACCP e la sanificazione delle merci. In un caso si è provveduto alla sospensione dell’attività.

Nel complesso in quattro locali controllati sono stati elevati numerosi verbali per un importo complessivo che si aggira sui  70.000 euro circa. Molti invece i locali risultati perfettamente in regola.

Sono state inoltre eseguite anche diverse perquisizioni con l’ausilio di “Charlie” un pastore tedesco e del  suo conduttore del Nucleo Cinofili dell’Arma, che hanno dato esito negativo. 

L’attività preventiva e di contrasto in argomento, volta a garantire il sereno trascorrere delle serate nei luoghi di ritrovo dei giovani niscemesi, ha dato esiti confortanti per quanto riguarda i  giovani che, un po’ incuriositi per l’attività di controllo, sono stati collaborativi. Nota più dolente per gli esercenti, alcuni dei quali dovranno ora provvedere a mettersi in regola per non incorrere in ulteriori più pesanti sanzioni.

Proseguirà l’attività di controllo da parte dei Carabinieri del Reparto Territoriale di Gela unitamente alle altre Forze di Polizia al fine di garantire il sereno trascorrere delle serate nei luoghi di ritrovo e maggior richiamo.

L’attività dell’Arma, condotta sempre in un’ottica preventiva e di salvaguardia per l’incolumità pubblica, mira ad impedire che condotte poco avvedute o scellerate, come guidare in stato di alterazione o condurre e/o trasportare motoveicoli privi del casco di protezione, o non indossare le cinture per sé o gli appositi sistemi di ritenuta per i bambini, spesso trasportati senza alcun sistema di sicurezza anche nella parte anteriore dei veicoli, ad esempio, così come il mancato rispetto delle norme di sicurezza sul lavoro e sanitarie possa portare a peggiori conseguenze per la vita propria e/o altrui.