NISCEMI: GIANFRANCO DI PIETRO E FABIO RINNONE RACCONTANO DELLA LORO “IMPRESA”.

Gianfranco di Pietro, laureato in ingegneria per l’ambiente e territorio con il massimo dei voti nel 2009 presso l’Università di Catania, dopo la laurea iniziò il tirocinio presso uno studio di ingegneria a Palermo occupandosi di rilievi cartografici marini, successivamente ha continuato le sue esperienze di topografia e cartografia presso lo studio di architettura del padre. Fabio Rinnone laureato con lode in informatica , contributore di Wikipedia da quasi dieci anni, è stato socio Wikimedia Italia(associazione per la diffusione della cultura libera) per tre anni, nel 2014 è stato vincitore di una borsa di studio rilasciata da Wikimedia Svizzera che lo ha permesso di partecipare a Wikimania 2014, la più importante conferenza internazionale per gli utenti Wikipedia tenutasi a Londra.

Un’amicizia nata tra i banchi di scuola protrattasi nel tempo.  Accomunati dalla passione per l’informatica , cartografia digitale e dati territoriali. Iniziarono nell’anno 2012 a fare i primi tentativi( andati a buon fine) di trasposizione di mappe per cellulari. “Era l’anno della diffusione di dispositivi Android, Fabio aveva da poco imparato a programmare per quel sistema operativo, da qui abbiamo avuto l’idea di avventurarci in questi mondi”così spiega l’ing. Di Pietro. Ben presto la loro passione si trasforma in una vera e propria “impresa digitale”, società nata nel 2012 con il nome di “Geofunction Developement Team” espandendosi negli anni diventando “Geofunction srl” , specializzata nella creazione di soluzioni “mobile”(app) gratuite per sistemi informativi territoriali, attualmente costituita da otto. persone. Amministratore unico e co-fondatore Gianfranco Di Pietro, Fabio Rinnone: socio e co-fondatore, si occupa di progettazione database,sviluppo e testing in linguaggio java su dispositivi android e di ricerca nel settore mobileGIS. “Non abbiamo bisogno di essere presenti fisicamente in un luogo…grazie al web anche se distanti siamo uniti, sempre connessi,siamo un gruppo attivo che lavora ogni giorno”, così asseriscono. Azienda fondata sugli “Open Data”, liberando i dati pubblici e rendendoli disponibili al riutilizzo, cioè trasformando semplici informazioni in risorse utili per la comunità e per il territorio, non si tratta di semplici e sterili mappe territoriali, ma di mappe contenenti informazioni territoriali di genere tecnico, turistico e territoriale, con l’idea che nessuna informazione deve essere dimenticata ma farla vivere riportandola su nuovi supporti,si tratta di informazioni territoriali accessibili a tutti senza vincolo di costi. I ragazzi con i loro progetti originali e unici in Italia, hanno vinto premi e ottenuto vari riconoscimenti: il 22 Febbraio 2013 il premio come Migliore app OpenGeoData 2012, per aver realizzato come attività imprenditoriale, delle app per dispositivi mobili che utilizzano dati geografici open della Pubblica Amministrazione, il 22 Aprile 2013 Finalista App Contest OpenRoma, il 15 Febbraio 2014 e 23 Marzo 2014 hanno ottenuto dei riconoscimenti dal comune di Niscemi, per l’ideazione, progettazione e realizzazione del progetto Nixmap e l’11 Maggio 2014 vincono il secondo premio all’Android App Festival di Santo Stefano di Camastra, per la realizzazione di MobileMap Sicilia. La società ha collaborato con: L’Università di Urbino, provincia di Agrigento, comune di Licata, comune di Niscemi, Google Developers Group e SB- Engine-IT Consulting Gela, Associazione OpenGeoData italia, Spagna e altri…

Avete riscontrato qualche difficoltà riguardo lo sviluppo del vostro progetto?

“Abbiamo sentito molto il peso della burocrazia e della pressione fiscale,come accade alla maggior parte degli italiani che vogliono intraprendere un percorso in proprio”.

Com’è il rapporto con il comune e i cittadini di Niscemi?

Con il Comune di Niscemi c’è stato un rapporto positivo fin dall’inizio del nostro progetto, nel 2015 abbiamo sponsorizzato eventi sportivi e aziende niscemesi hanno sponsorizzano il nostro progetto turistico – culturale. Riguardo i cittadini, alcuni scaricano le nostre app per “sentito dire”,altri per utilità ,altri per curiosità seguendoci sui social, possiamo vantare molte richieste di lavoro da parte di giovani niscemesi”.

Cosa consigliereste ai giovani che vogliono intraprendere il vostro stesso percorso e che hanno la vostra stessa passione?

Consigliamo di avere pazienza e di attendere almeno due anni prima di raccogliere i frutti dell’investimento iniziale che non deve essere necessariamente economico,ma può essere anche in termini di ore di lavoro spese. Il sacrificio iniziale, se si crede nel progetto, verrà ripagato… Inoltre consigliamo di non farsi fregare, il mondo è pieno di persone (specialmente in questo settore), che vogliono rubare le idee migliori,che vogliono illuderli giocando con i sogni e le loro passioni, nonostante tutto invitiamo i giovani ad andare avanti e non arrendersi”.