Niscemi: Inaugurazione del Museo Civico, oltre 5 mila reperti tra civiltà contadina e storia naturale

 Tutto pronto per l’apertura del Museo civico a Niscemi. La presentazione alla stampa si terrà domani 5 ottobre 2018 alle ore 12.00 nell’Auditorium della stessa struttura museale sita in via Madonna n. 106 e che sarà presieduta dal sindaco Massimiliano Conti e dai componenti del Consiglio direttivo del Museo.

Il Museo Civico di Niscemi, situato all’interno dell’ex Convento dei Frati Francescani minori, adibito successivamente a carcere mandamentale e poi ad ospedale,  sarà inaugurato domenica 7 ottobre alle ore 16:00, con la partecipazione di Autorità civili, militari, scolastiche e di Organi Istituzionali regionali e provenienti da tutta l’isola.

Un sogno il Museo Civico di Niscemi che si realizza e che è frutto di un’azione sinergica che nell’ultimo decennio è stata attuata costantemente dal Lions Club, dal Comune di Niscemi, dal Centro educazione ambientale (Cea), dalla Soprintendenza per i beni culturali di Caltanissetta, dall’ex provincia regionale di Caltanissetta e dall’Europa.

Il Museo civico di Niscemi, si estende in un superficie di 3 mila metri quadrati, nella quale sono esposti circa 5 mila reperti donati e facenti parte della collezione del Museo della civiltà contadina del locale Lions Club e tantissimi altri reperti facenti parte del Museo di storia naturale, collezionati dal Centro educazione ambientale.

Reperti dell’antica civiltà contadina donati generosamente dal 1988 da privati cittadini, anche residenti all’estero al Lions club di Niscemi con il coordinamento e l’impegno costante “vulcanico” del geometra Totò Ravalli, direttore del Museo della civiltà contadina del Lions Club ed ora del Museo Civico.