Niscemi: incendiarono una villetta, muore anche l’altro fratello

Assieme al fratello era stato investito da una esplosione da loro stessi provocata a scopo estorsivo nella villetta sita in c.da Vituso, a Niscemi e appartenente ad un impresario di pompe funebri, ora sono deceduti entrambi.

Il fratello Roberto di 52 anni, era morto il 2 marzo scorso, nel centro ustioni di Bari, dove era stato trasportato in elisoccorso. Alfonso di 42 anni, era invece ricoverato al Civico di Palermo.

I due fratelli Schembari, secondo la ricostruzione effettuata dalle Forze dell’ordine e dei Vigili del fuoco, avrebbero versato della benzina nella villetta in cui vi erano già due bombole di gas. Il violento scoppio è stato sentito a distanza dagli automobilisti che transitavano nei pressi di c.da Vituso , e hanno subito allertato il 112.

Il più grave dei due fratelli è stato il primo a essere soccorso e subito trasferito a Bari. L’altro era arrivato al nosocomio di Niscemi un’ora dopo , in stato confusionale, e poi è stato trasferito a Palermo.

fonte gds