NISCEMI: Progetti di recupero strutturale e sociale di aree degradate

L’amministrazione comunale ha dato il via ad una serie di progetti di recupero delle numerose aree degradate all’interno del comune di Niscemi.

Numerosi i lavori che si eseguono e che verranno eseguiti in futuro, grazie ai finanziamenti nazionali ottenuti dal comune attraverso la partecipazione a bandi nazionali ed europei. I lavori che attualmente si stanno svolgendo e che si sono svolti, riguardano la zona interna del comune, tra cui: il restauro dell’ex convento dei frati francescani (adibito a museo civico), ristrutturazione dei parchi gioco in piazza martiri di Nassiriya e Piano Mangione, consegna Casa del volontariato, consolidamento del versante ovest Belvedere e messa in funzione del campo di calcio della scuola Santa Maria. Lavori di adeguamento strutturale, abbattimento di barriere architettoniche e manutenzione del verde pubblico, interessano le scuole primarie, tra cui: Don Bosco, Manzoni, Don Milani e Verga.

Il prossimo anno vi sarà una ristrutturazione presso la scuola Calatafimi, grazie a diversi finanziamenti ottenuti dalla regione. Riguardo i lavori futuri, è prevista la riqualificazione del quartiere Vascelleria / Sacro Cuore, in cui si può constatare un forte degrado urbano e sociale, grazie all’adesione al programma attuativo per la partecipazione al “Bando Pubblico Nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree degradate”. I lavori previsti in partnership con la parrocchia Sacro Cuore, sono volti al potenziamento del “centro di aggregazione giovanile”, prevedono: la realizzazione di un campetto di calcio polivalente coperto, volto a promuovere attività sportive, realizzazione e attivazione di laboratori multimediali, realizzazione di un centro d’ascolto per adulti e minori vittime di violenza e potenziamento dell’impianto fotovoltaico. L’assessore ai lavori pubblici, Carlo Attardi, ha ringraziato tutti i progettisti: il resp. Ing. Concetta Meli, l’architetto Antonio Blanco, architetto Rossella Militello e l’ing. Salvatore Brullo. “Grazie alla collaborazione di tecnici e progettisti, Niscemi è diventata un cantiere aperto”, ha affermato.

L’ass.re Attardi, ha voluto puntualizzare che i lavori in corso e che si svolgeranno sono dati dal lavoro sinergico tra politica, ufficio tecnico e privati, facendo rete al fine di offrire ai cittadini delle macrostrutture, tutto questo seguendo principi di legalità e trasparenza. Attualmente alcune strutture anche se ristrutturate si trovano in uno stato di totale abbandono. Inoltre, le aree gioco per bambini risultano danneggiate, rischiando di diventare un pericolo per l’incolumità dei cittadini. Per questo motivo, l’ass.re Attardi, incita tutti i cittadini a rispettare i beni che vengono offerti dal comune e salvaguardarli da qualsiasi atto vandalico. “Queste strutture daranno un volto nuovo alla città di Niscemi. Saranno centri di aggregazione sociale e culturale non solo per i cittadini di Niscemi ma anche per chi proviene da zone limitrofe”, ha concluso.

aree degradate 1

aree degradate 2 aree degradate 4

aree degradate 5

aree degradate 6