Niscemi: rallentamenti della distribuzione idrica a causa di mancato finanziamento della Regione

Sulla tempistica della distribuzione idrica nell’abitato di Niscemi Caltaqua, gestore del servizio idrico integrato per il territorio della provincia di Caltanissetta, ritiene doveroso ed utile effettuare alcune puntualizzazioni in relazione ad una serie di informazioni inesatte circolate a più riprese e anche di recente oggetto di alcuni servizi giornalistici.

Così come comunicato a tutti gli Enti preposti – oltre che, in primo luogo, alla cittadinanza stessa -, dal momento in cui è avvenuto il ripristino della centrale di sollevamento Fegotto, Caltaqua sta effettuando la distribuzione idrica in maniera continuativa 24 ore su 24 nel centro storico e a Poggio Placenti. Si tratta di due zone che, complessivamente, rappresentano circa il 30-40% dell’intero abitato. Per quanto concerne, invece, il resto del territorio comunale, la distribuzione avviene di media ogni tre – quattro giorni. Un arco temporale, dunque, decisamente diverso e ben minore rispetto ai sette giorni ipotizzati nelle ricostruzioni giornalistiche. Caltaqua ribadisce che, allo stato attuale ed in funzione della consistenza oggi in essere delle infrastrutture, questa è la migliore distribuzione che possa garantire quando non si verifichino interruzioni da parte del fornitore Siciliacque (e dunque indipendenti dalla propria volontà) o criticità nelle fonti proprie.

Per quanto riguarda gli investimenti in cantiere, Caltaqua – confutando il tenore di alcune dichiarazioni apparse sui media – desidera evidenziare come il progetto di sostituzione delle reti idriche vetuste nel comune di Niscemi, per un totale di circa 4 milioni di euro, non sia stato ancora eseguito a causa del mancato finanziamento da parte della Regione. Il progetto esecutivo, approvato, è stato trasmesso al dipartimento regionale nell’ormai lontano 28 luglio 2014.

E’ evidente come soltanto la realizzazione di questi interventi – rimasti dunque al palo non per volontà del gestore – possa portare alla risoluzione definitiva degli inconvenienti. In attesa che tali progetti si trasformino in cantieri aperti e operativi, così come prevede la pianificazione aziendale, Caltaqua desidera infine richiamare l’attenzione sulla tempestività degli interventi posti in essere al verificarsi dei diversi problemi succedutisi nel tempo. E’ stato il caso, solo a mo’ di esempio, della recente sostituzione di un tratto di condotta idrica della lunghezza di circa 150 metri in territorio franoso. Tutto ciò per non dire della quotidiana manutenzione ordinaria e straordinaria della rete e delle altre infrastrutture dislocate sul territorio di Niscemi.

Articoli correlati