Niscemi: siglato il contratto tra il Comune e la società Tekra

E’ stato siglato il contratto tra il Comune di Niscemi e la Tekra, la società affidataria del servizio della raccolta dei rifiuti solidi urbani in città per conto della Srr.

A dirlo con  parziale soddisfazione ed al tempo stesso con amarezza, è il sindaco Massimiliano Conti (nella foto), se non altro, perché l’importante adempimento burocratico, consentirà adesso la fine dello stato di agitazione dei 31 operatori ecologici, i quali erano da mesi in stato di agitazione con ripercussioni negative sulla qualità del servizio.

A tal proposito, il primo cittadino aggiunge con rammarico: “abbiamo ereditato purtroppo un servizio della raccolta dei rifiuti solidi urbani lasciato da 8 mesi non contrattualizzato che non consentiva il pagamento delle retribuzioni dei mesi arretrati.

E’ dal 4 luglio scorso pertanto, come nuova Amministrazione comunale, abbiamo subito avviato le procedure di legge affinché il servizio tornasse quanto prima ad essere disciplinato da un regolare contratto con la Tekra.

Adesso” chiarisce il sindaco Massimiliano Conti,”con la sottoscrizione del contratto, il Comune dovrà versare alla Tekra  la somma arretrata di oltre 1 milione di Euro”.

Devo però dire”, conclude il primo cittadino,”che non mi sento assolutamente soddisfatto del servizio, poiché vengono vanificati tutti i sacrifici dei cittadini che attuano la raccolta differenziata.

Ho pertanto già espresso contrarietà per la prossima proroga del contratto in sede di assemblea dei sindaci ed anche al Commissario della Srr, poiché occorre migliorare di gran lunga e rilanciare il servizio della raccolta dei rifiuti solidi urbani con parametri di maggiore efficienza verso la popolazione e di differenziazione. E questo in relazione al Piano d’Ambito approvato dalla Regione”.