Niscemi: un corso anticorruzione per dipendenti, funzionari e dirigenti pubblici

Sono stati 18 i dirigenti, i funzionari ed i dipendenti del Comune di Niscemi che ieri hanno iniziato a frequentare a Catania, presso il Centro congressuale fieristico culturale “Le Ciminiere”, un corso anticorruzione costituito da due incontri formativi promossi dalla Città metropolitana di Catania e che si svolgerà anche venerdì.

Sull’affermazione della legalità negli Enti pubblici, l’Amministrazione comunale presieduta dal sindaco Massimiliano Conti intende investire per qualificare ulteriormente il personale che opera in uffici particolarmente esposti al rischio della corruzione.

È stata la giunta comunale infatti, su iniziativa del primo cittadino e del vice sindaco Pietro Stimolo, delegato alla legalità e trasparenza, a deliberare l’approvazione del protocollo d’intesa tra la Città metropolitana di Catania e di Comuni ricadenti nel territorio.

Al termine del corso anticorruzione, i dipendenti pubblici dei vari Comuni aderenti al protocollo d’intesa  verranno in possesso delle conoscenze legali, organizzative e tecnologiche relative alle tematiche in materia di anticorruzione e trasparenza nella pubblica amministrazione.

La Giunta comunale ha recentemente rimodulato l’organigramma tecnico e burocratico dell’Ente dimezzando le Ripartizioni da 6 a 3, ovvero “Amministrativa, Contabile e Tecnica” e con un risparmio per le casse comunali di circa 30 mila euro annui.

Una nuova organizzazione degli uffici che consente la concentrazione di servizi in uniche strutture e senza che i cittadini si spostino più da un ufficio all’altro.