NISCEMI: Un corteo per ricordare la giovane Ana Maria

Un corteo silenzioso di candele e striscioni, ieri sera ha percorso le vie principali di Niscemi in ricordo della ventitreenne di nazionalità romena, Ana Maria Florin, uccisa dal suo ex convivente (accecato dalla gelosia), nel tardo pomeriggio del 26 Ottobre.

Il corteo, partito dalla via Guido Rossa, luogo in cui è avvenuto il tragico evento, ha percorso le vie principali di Niscemi fino ad arrivare in piazza Vittorio Emanuele, in cui è stato osservato un minuto di silenzio per la giovane seguito da alcuni momenti di riflessione da parte di vari esponenti di associazioni territoriali. Hanno partecipato all’evento oltre seicento cittadini tra cui: scuole, istituzioni religiose (Chiesa cattolica e avventista), varie associazioni territoriali (Fidapa, Ass.ne Aquilone, Amnesty International), servizi sociali, amministrazione comunale e singoli cittadini che hanno dimostrato cordoglio nei confronti della giovane e non solo. Nel corso dell’evento è stata ricordata la giovane Lorena Cultraro uccisa anni fa da tre suoi coetanei. Episodi che hanno portato tutta la cittadinanza a riflettere e ricordare queste vittime per non restare indifferenti su quanto accade nel nostro territorio e dire collettivamente “NO” al femminicidio e alla violenza di genere. Inoltre è stato sottolineato da parte dei servizi sociali la presenza nel territorio di Niscemi di alcuni centri di ascolto pronti a dar “voce” e aiuto a tutte le donne in difficoltà e vittime di violenza.

L’ass.re Valentina Spinello ha ringraziato tutti i presenti uniti nel mostrare solidarietà e indignazione verso l’accaduto, asserendo “un mio pensiero va a tuta la comunità romena presente nel territorio niscemese e alla figlia della vittima rimasta orfana. Prego tutta la popolazione a riscoprire i sani principi attraverso la cultura del dialogo, rispetto reciproco e dimostrando solidarietà verso ogni forma di violenza di genere, azzerando ogni forma di pregiudizio e dire “no” alla furia impulsiva e omicida sull’altro”. L’evento si è concluso con i ringraziamenti del primo cittadino, Francesco La Rosa, verso tutti i numerosi partecipanti.

Articoli correlati