Niscemi: Una “Nuova Lapide” in ricordo della Strage di via d’Amelio.

Una marcia silenziosa ha preceduto la presentazione del progetto di una Nuova Lapide in ricordo delle vittime della strage di Via d’Amelio il 19 Luglio 1992, in cui venne ucciso il Giudice Paolo Borsellino insieme ad alcuni agenti della sua scorta.

La cerimonia di commemorazione si è svolta ieri nel tardo pomeriggio a Niscemi, in occasione del venticinquesimo anniversario dalla strage, con partenza da via Madonna verso la Croce di Pietra dove è situata la lapide commemorativa della strage di Capaci dove per l’occasione vi è stata deposta una corona di fiori.

Nel corso dell’evento è stato presentato il progetto di una Nuova Lapide donata alla città dal Rotary Club Niscemi e dall’ Associazione Amici della Musica in collaborazione con l’amministrazione comunale. La lapide sarà realizzata da un artigiano calatino e verrà posta nel mese di Settembre nei pressi del santuario della Madonna del Bosco.

Presenti alla cerimonia il Primo cittadino Massimiliano Conti, l’assessore Alessandro Mongelli, il Magistrato Lirio Conti, il Presidente del Consiglio Comunale Fabio Bennici, il Presidente Rotary Alessandro Di Noto ed il Presidente dell’associazione Amici della Musica, Rosario Monteleone. Ampia la partecipazione delle associazioni locali.

Per la prima volta Niscemi, ha voluto ricordare la Strage di Via D’Amelio e le sue vittime per rievocare le figure di Falcone e Borsellino come esempio di giustizia e speranza di cambiamento per la città.

Al termine della celebrazione il Primo cittadino Massimiliano Conti ha anticipato che dal prossimo anno vi saranno due cerimonie distinte per ricordare la Strage di Capaci il 23 Maggio 1992 e la Strage di Via D’Amelio il 19 Luglio 1992.

 

 

 

 

Articoli correlati