No Halloween, ma festa di Tutti i Santi alla Rsa Caposoprano Residence

È stato un pomeriggio all’insegna della spiritualità e della commemorazione di tutti i Santi, quello trascorso ieri alla Rsa Caposoprano Residence di Gela. Niente dolcetti, scherzetti o zucche, ma solidarietà e preghiera così come vuole la chiesa cristiana che si sta mobilizzando per boicottare Halloween la festa importata negli Stati Uniti e diventata oramai in voga anche in Italia con i suoi costumi macabri.

L’iniziativa di ieri pomeriggio è stata  ideata e organizzata dall’animatrice della struttura riabilitativa Loredana Venosi, con la collaborazione di tutto lo staff della Rsa Caposoprano Residence. Tutti i pazienti hanno partecipato all’evento che ha avuto inizio con la preparazione dei prodotti tipici di questo periodo: melograni, arance, vino, crostate, olive e olio. E poi i santi, ognuno con il nome dei pazienti ricoverati nella struttura. “È sempre Gesù, l’amore della mia vita a ispirarmi” Ha detto la Venosi.

E di pomeriggi ricreativi ve ne sono spesso alla Rsa Caposoprano, dove i pazienti oltre alla riabilitazione si trovano a respirare un clima familiare con tutto il personale, dai medici, ai paramedici, fisioterapisti, Osa, animatori, e assistenti sociali sempre accanto a chi ha bisogno.