Non accetta la fine della relazione con una ragazza nissena e tenta di darsi fuoco

Ha tentato il suicidio versando sui suoi indumenti e sulla sua testa della benzina contenuta in una bottiglia di plastica, avendo già un accendino in mano, e minacciando di darsi fuoco.

Protagonista un trentenne di origini straniere che non ha accettato la fine della relazione sentimentale con un ragazza italiana, originaria di San Cataldo.

L’episodio è avvenuto oggi alle 13:30  nella cittadina nissena, dove sono intervenuti i Carabinieri del luogo  su richiesta di un  cittadino che aveva chiamato il 112.

Uno dei Carabinieri intervenuti si è lanciato sul 30enne riuscendo a bloccarlo e a toglierli l’accendino dalle mani prima che il giovane riuscisse nel folle gesto, e prima che anche il carabiniere fosse  investito dal lancio di liquido infiammabile.

Solo il coraggioso intervento del militare è riuscito  ad evitare che il ragazzo portasse a compimento il disperato gesto.

Immediatamente altri due Carabinieri sono intervenuti in supporto del collega  bloccando l’uomo fino all’arrivo del personale del 118, cui adesso il 30enne è affidato per le valutazioni mediche del caso e per l’eventuale ricovero in ospedale.

Nessuno dei coinvolti ha riportato lesioni.

Durante l’episodio presenti svariati testimoni, fortemente spaventati.