Oggi al Controcorrente la presentazione del libro di Ottavio Cappellani

Gela – Sarà presentato oggi pomeriggio alle 19  al Controcorrente il libro di Ottavio Cappellani “Sull’ Etna non uccidono mai nessuno”. Dialogheranno con l’autore i giornalisti Domenico Russello e Giovanni Marinetti.  L’evento è organizzato dalla vulcanica Felicia Randazzo, titolare della Libreria Randazzo.

Alle pendici dell’Etna due guide turistiche, Vito ed Ernesto – che è anche scrittore – si improvvisano detective per ritrovare una ragazza scomparsa.

Mistero, ironia, personaggi dotati di anima e luoghi descritti nella loro essenza sono gli elementi di un romanzo che stupisce, dà brividi e tiene avvinti come le eruzioni notturne dell’Etna.

Vi siete mai chiesti perchè non si hanno mai notizie di crimini, sull’Etna?

(…) I vulcani non sono montagne morte e il magma, o chissà che altro, a volte può fare impazzire i gps degli avventurieri della domenica. Il vulcano è una montagna viva, abituata a cambiare il suo volto secondo il capriccio egli dèi.

I racconti della montagna sono diversi dai racconti del vulcano: i racconti della montagna rimangono sempre uguali, narrati dieci o cento anni fa sono sempre gli stessi; mentre i racconti del vulcano vanno continuamente aggiornati. Qualcosa che poteva esistere vent’anni fa, oggi non c’è più, e dove non c’era niente oggi può essere spuntato qualcosa.

Ci si perde, su un vulcano, ci si perde più che su una montagna”.

L’autore, Ottavio Cappellani, di origini catenesi, è scrittore, sceneggiatore e drammaturgo. Ha al suo attivo numerosi romanzi e successi, da Chi ha incastrato Lou Sciortino, pubblicato in 26 Paesi e la cui versione americana Who is Lou Sciortino? è inserita nel “Reading the World” (i 40 titoli più significativi tradotti e pubblicati in America durante l’anno) a Cinquanta sfumature di Minchia.

Riscuote un grande successo anche da parte della critica (recensito da La Repubblica, La Stampa, il Fatto Quotidiano, Libero, Il Tempo) e ha un vasto seguito di affezionati lettori.