Oltre invalidità anche visite fiscali dei gelesi gestiti dall’Inps di Caltanissetta. Corsa per la vita: intervenga la politica

Continuano i disagi dei cittadini gelesi che da due anni sono costretti a recarsi a Caltanissetta per le visite per l’ottenimento dello status di invalido civile, la stessa cosa succede dal primo settembre per le visite fiscali. Tutto ormai gestito dall’Inps di Caltanissetta. Sulla questione è intervenuta l’associazione Corsa per la Vita, presieduta da Silvio Liscandra.

“Quei cittadini gelesi che malauguratamente si ammalano e che non vengono trovati al proprio domicilio per la visita fiscale per svariate ragioni, vengono invitati a visita fiscale ambulatoriale all’Inps di Caltanissetta, ed è proprio da quest’ultimo passaggio che nasce il malcontento di tutti quei gelesi che hanno la disgrazia di ammalarsi, e le alternative sono due, o non andare a Caltanissetta per farsi visitare e con le conseguenti e pesanti trattenute economiche sulla busta paga, oppure intraprendere i viaggi della speranza anche per Caltanissetta e soffrire in silenzio.”

Ancora più viaggi della speranza per i cittadini, che già avevano subito  due anni fa il passaggio della  gestione delle Commissioni invalidi civili all’Inps di  Caltanissetta.

“Questa è la morte  annunciata di ambedue servizi sanitari gestiti da moltissimi anni e con alta professionalità da personale medico dell’Asp di Caltanissetta ma dislocati a Gela.” Ha sottolineato Corsa per la Vita che invita i politici gelesi di centrodestra e di centrosinistra ad avere un ruolo attivo e di primo piano per la salvaguardia dell’Art.32 della Costituzione Italiana che sancisce il diritto alla salute.