Omicidio Sequino: una veglia per la legalità, per dire no alla violenza

L’episodio delittuoso che é avvenuto giovedì sera davanti il sagrato della Chiesa Madre,  ha sconvolto un’intera cittadinanza. Per tale motivo Gela Brainstorming ha lanciato su Facebook la proposta di una veglia per la legalità e per la non violenza.  “Non può succedere che in una città normale un uomo venga freddato nella piazza principale o che  ci sia qualcuno che usa armi come mezzo ordinario per dirimere contese private” , scrivono i componenti del Gruppo. L’appello a reagire é rivolto ai cittadini, ma anche alla classe politica, dal presidente Rosario Crocetta al sindaco Domenico Messinese, in modo da avere una maggiore attenzione da parte delle Forze dell’Ordine. “Uno scatto di orgoglio per la società civile che non può essere buona soltanto per fare liste elettorali in periodo di elezioni “. Una città segnata dalla violenza non può puntare su uno sviluppo turistico. La notizia dell’omicidio di Domenico Sequino ha avuto risonanza nazionale e ciò porta sicuramente ad allontanare da Gela. La veglia dovrebbe essere nella vigilia di Natale per dire No alla violenza e manifestare solidarietà alle famiglie delle vittime. 

Articoli correlati