Onestà, coerenza e lavoro. Queste le richieste dei gelesi alla nuova Amministrazione

Si insedierà oggi pomeriggio alle 17:00 al Palazzo di città Domenico Messinese, il nuovo sindaco di Gela, eletto con una percentuale del 64,5 e quindi con oltre ventiduemila voti di preferenze. È stato ribattezzato il voto della protesta e il voto del cambiamento quello che ha visto trionfare il candidato del Movimento Cinque Stelle, ma che cosa si aspettano i cittadini da questa nuova amministrazione comunale? La speranza è tanta e facendo un giro tra le vie del centro storico non è difficile imbattersi nelle attese dei cittadini. Dal lavoro, la priorità in assoluto, al turismo per la città di Gela. Tre fra tutte le caratteristiche che i gelesi sperano di riscontrare in questo nuova guida politica: onestà, coerenza e trasparenza. Maggiore attenzione ai bisogni dei giovani, sempre più spesso senza lavoro, costretti a dipendere a fatica dalle pensioni dei genitori. I gelesi chiedono uno slancio del commercio, anche al di fuori dei confini locali, più intese coi Comuni limitrofi e col resto dell’Italia. “Ha vinto l’esigenza del popolo – hanno detto in molti – ha vinto la volontà dei gelesi e a questa amministrazione chiediamo prima di tutto di non disattendere le aspettative e la fiducia riposta nei loro progetti. Lunga vita al Sindaco”. Intanto, per Messinese è già il tempo delle prime uscite ufficiali a contatto coi cittadini e in compagnia della moglie. A Gela non resta che attendere l’investitura ufficiale e la nomina degli assessori, già designati, che andranno ad amministrare la città.

Articoli correlati