Operai Elettroclima e Smim: cassa integrazione attraverso le banche

Un incontro Prefettizio per  affrontare il problema economico che sta attanagliando gli operai della Elettroclima  e della Smim a Impianti, é stato chiesto e ottenuto dai segretari delle confederazioni cgil, cisl, uil, Ignazio Giudice, Emanuele Gallo e Vincenzo Mudaro, insieme ai rappresentanti dei sindacati metalmeccanici. Presenti  la direzione INPS, dell’ ufficio del lavoro e ABI , e anche i vertici di Smim  impianti ed Elettroclima. Con il sindacato una folta delegazione di lavoratori ha partecipato all’incontro, che ha avuto come obiettivo la sottoscrizione della convenzione che consente alla imprese di non anticipare la cassa integrazione ed ai lavoratori di ottenerla attraverso le banche a costo zero. Prefetto, direttore Inps, direttore ufficio del lavoro e responsabile regionale ABI ( associazione banche italiane) hanno condiviso l’obiettivo fissato dal sindacato dei lavoratori ed hanno, per tale ragione, mantenuto il tavolo prefettizio aperto per un imminente aggiornamento circa il benestare delle due aziende. L’anticipazione da parte delle banche ha tanti precedenti in Italia compreso la Sicilia.  Giá applicato a Termine Imerese e Milazzo. I sindacati hanno invitato le aziende a riflettere sulla responsabilità sociale che le imprese hanno e sull’obbligo di legge di accantonare il tfr mensilmente. Se le due aziende saranno d’accordo sarà risolto il problema economico e quotidiano di circa 150 lavoratori.