Operazione Spring-Fish, sequestri e denunce a Mazzarino

Proseguono i controlli della filiera della pesca del personale della Capitaneria di Porto di Gela capitanata dal comandante Pietro Carosia, nella provincia nissena al fine di garantire la tutela del consumatore da frodi alimentari e assicurare la qualità, la provenienza e la freschezza del prodotto ittico che troverà posto nelle tavole dei ristoranti e delle famiglie.

Durante l’operazione denominata Spring-Fish sono stati effettuati sequestri e denunce nel territorio di Mazzarino. I   controlli, effettuati in collaborazione con l’Azienda sanitaria provinciale Servizio Veterinario, si sono concentrati su  un venditore ambulante di prodotti ittici, munito di apposita autorizzazione al commercio, che deteneva prodotto ittico sprovvisto di tutte le informazioni minime, come chi ha fornito l’alimento,  la rintracciabilità, etichettatura.

Il prodotto ittico è stato sequestrato, per gravi problematiche igienico-sanitario, e al trasgressore è stata elevata una multa di 4000 euro.

Continuano i controlli della guardia costiera, con particolare riferimento alla pesca, detenzione e commercializzazione del Tonno Rosso, specie ittica protetta, e per il rispetto di tutte le norme che regolano pesca, trasporto, vendita dei prodotti ittici.