Ordinanza di divieto di utilizzo vetro e lattine per i commercianti. Confcommercio: non ne sapevamo nulla

Secondo la Confcommercio Ascom di Gela non ha nessuna logica l’ordinanza emessa dall’amministrazione comunale nell’ambito delle misure di Safety.

 Il riferimento è al divieto di vendita e somministrazione di bevande in contenitori di vetro e lattine, da parte degli esercizi pubblici di Gela dalle ore 18:00 alle ore 7:00. Chi contravviene sarà punito con multe fino a 500 euro.

Il  sindaco continua a non confrontarsi con le associazioni sindacali. Ha affermato il presidente della Confcommercio. L’ ordinanza prevede che ogni esercizio pubblico posizioni idonei contenitori per i bicchieri di plastica, che non dovranno essere abbandonati sul suolo pubblico, l’obbligo di pulire gli spazi antistanti (inclusa strada e marciapiedi) delle aree utilizzate per gli allestimenti esterni con tavoli e sedie rispettando la raccolta differenziata, e di evitare che gli avventori si allontanino con le bottiglie di vetro o le lattine. La questione è stata messa in evidenza anche dalla Commissione Sviluppo economico di Gela presieduta da Luigi Di Dio.