Ortaggi sotto costo: a Gela, Licata e negli Iblei protesta degli agricoltori

Agricoltori della Sicilia Sud-orientale in protesta per i prezzi troppo bassi degli ortaggi coltivati, a volte anche sotto il costo di produzione. Ed è così che gli agricoltori dei di Pachino, Vittoria, Santa Croce Camerina, Gela, Donnalucata, Scicli, Licata, Comiso, Pozzallo che si ritrovano a dover vendere  non più per guadagnarci ma per non rimetterci. Alcuni di loro sono scesi in piazza per delle proteste in forme  pacifiche per porre l’attenzione su una situazione critica che, se i ribassi non avranno fine, diventerà un vero dramma”.

Per produrre il pomodoro ciliegino l’agricoltore spende circa 80 centesimi al chilo  che dovrebbe essere venduto almeno 40 o 60 centesimi in più, ma attualmente è venduto a 50 centesimi. . Ha detto a Gds Gianfranco Cunsolo, presidente Coldiretti di Ragusa.

Le cause sarebbero da attribuire ai bassi consumi dovuti al freddo che ha colpito il Nord e che ha dirottato gli acquisti su altri prodotti. Mentre il Sud è  stato caratterizzato da una temperatura mite nei primi mesi dell’anno che ha permesso una produzione raddoppiata in tutto il Mediterraneo e questo porta anche la concorrenza di Marocco e Tunisia che producono a costi molto inferiori.

Adesso si spera nel nuovo governo nazionale.

Fonte Gds