Ospedale Basarocco: a rischio l’assistenza dei pazienti. Nursind: pochi infermieri e turni estenuanti

Con l’arrivo dell’estate e l’inizio delle ferie,  è scattato l’allarme per l’ospedale di Niscemi Basarocco.
A rischio l’assistenza per i pazienti a causa dei gravi problemi di carenza di personale infermieristico. 
I disagi maggiori ricadono ovviamente sulle spalle dei pochi infermieri rimasti e dei turnisti.
Una situazione drammatica che ha spinto il segretario aziendale Nursind del Basarocco di Niscemi, Salvatore Disca, in concertazione con la segreteria territoriale Nursind di Caltanissetta, a esporre le varie problematiche che il personale infermieristico giornalmente si trova ad affrontare in corsia. 
Anche su invito del sindaco e del Consiglio comunale, Disca ha spiegato che “il personale infermieristico è ormai a un punto di non ritorno a causa dei continui e mancati riposi, stremato e sottratto persino alla vita sociale. Ma il problema principale è il rischio di non garantire una valida assistenza ai pazienti.
Sembra infatti che l’ospedale di Niscemi sia tenuto in piedi soltanto con il sacrificio degli infermieri, ma questo nessuno lo dice e nonostante ciò si continua a chiedere sacrifici agli infermieri. Ha rimarcato Nursind che prevede che la situazione possa prendere una piega drammatica.
Il sindacato Nursind, rivolgendosi alla giunta comunale, al sindaco e al presidente del Consiglio, ha chiesto un maggiore impegno affinché arrivi non solo personale infermieristico, ma anche personale di supporto, come previsto dalla pianta organica.
“Che ciò avvenga il prima possibile – auspica Disca – al fine di fronteggiare almeno parte dell’emergenza ed evitare il rischio che gli infermieri causino danni a se stessi, all’utenza e all’intera struttura ospedaliera”.